27 marzo 2017

"Shin Takarajima - La nuova isola del tesoro" in Italia per Rizzoli Lizard

Su assist dell'amico Leonearmato, segnalo che Shin Takarajima - La nuova isola del tesoro, manga di Osamu Tezuka, verrà per la prima volta pubblicato in Italia per l'etichetta Rizzoli Lizard.

Nel 2013, come passa il tempo, avevo proposto una mia versione amatoriale del manga su questi lidi: LINK

Invece a questo ALTRO LINK trovate tutte le informazioni riguardo la pubblicazione italiana che dovrebbe arrivare a maggio. C'è anche la prefazione di Dario Moccia, così, per dire...


Ovviamente, è inutile ripeterlo, invito a recuperare quanto prima la versione ufficiale italiana perché sicuramente tradotta meglio. Oltretutto, la butto lì, presumo sarà presente tutta la parte redazionale di Osamu Tezuka stesso che io all'epoca saltai a pie' pari per pigrizia. Quindi ça va sans dire.

24 marzo 2017

[Bonelli] Morgan Lost 18 - Le lacrime del diavolo

uscita 21/03/2017
Soggetto: Claudio Chiaverotti
Sceneggiatura: Claudio Chiaverotti
Disegni: Val Romeo
Copertina: Fabrizio De Tommaso
Colori: Arancia Studio

Un folle psicopatico prende di mira le donne, uccidendole con armi differenti e senza pietà! Igraine, l’affascinante cacciatrice di serial killer, collega di Morgan Lost, ha i suoi motivi personali per stanare l’assassino… ma dovrà prima affrontare il suo passato e i segreti che nasconde...


Morgan Lost un anno e mezzo dopo.
E finalmente leggo una storia avvincente. Non ci sono mondi onirici o i soliti viaggioni mentali, questo albo va dritto al sodo, diretto, sanguigno, va dal punto A al punto B e regala anche qualche guizzo.

Morgan (personaggio) leggermente defilato, gli eventi e il killer del mese interessano per lo più la collega cacciatrice di taglie, Igraine, che finora si è vista solo di sfuggita. Questa storia ne narra le "origini", facendo luce sulla sua famiglia di immigrati russi negli Stati Uniti, col padre di lei che si ritrova a lavorare per la mafia russa e ad avere come amico/collega il folle killer Evilenko. Un personaggio, quest'ultimo, che racchiude grossomodo l'archetipo del serial killer sadico e furbo e che, dopo aver commesso stragi in madre patria, sarà aiutato dalla mafia a spostarsi negli States e continuare il proprio operato. 


La cosa che ho apprezzato maggiormente è il saper riusare gli elementi narrativi dei primi albi per poi costruirci sapientemente una sorta di continuity interna sia per i personaggi che per gli eventi:
- Morgan, quando è emotivamente coinvolto con il caso, ritorna a balbettare (prerogativa presentata nel primo albo e poi sbolognato nello stesso);
- Il capitano Dolarhyde, amica di Morgan, torna a mostrare una sorta di attaccamento affettivo latente verso il Nostro;
- Smiley, uno dei tanti boss malavitosi della città, ritorna in grande stile, dopo aver fatto da comparsa sempre nei primi albi e, al di là del proprio ruolo di informatore, dimostra anche una notevole dose di astuzia e furbizia usando Morgan e Igraine per sgominare l'organizzazione criminale russa rivale. Ma dimostra anche riconoscenza, come si vede nel finale.

E questo, credo e spero, è solo un assaggio della continuity promessa nell'introduzione dello scorso numero. Se già con questo albo, ripescando dal disordine dei numeri precedenti, si è riusciti a creare una storia che viaggia spedita senza esitazioni, non vedo l'ora di leggere il "nuovo corso" che rivoluzionerà questo titolo.

Menzione obbligata per quanto riguarda i disegni.
Tolta la copertina di de Tommaso che, inutile ripeterlo, è sempre di ottima fattura e mai come questa volta cattura l'essenza della storia, la parte del leone è recitata dai meravigliosi disegni di Val Romeo. Una disegnatrice che ho avuto modo di apprezzare anche su Nathan Never, ma che qui, su Morgan Lost, trovo assolutamente a proprio agio. Un bel tratto, molto piacevole, notevoli le figure femminili e, tolte un paio di vignette, il tutto acquista valore aggiunto con la consueta colorazione. E poi è divertente notare tutte le varie citazioni grafiche a personaggi noti usati come modello per personaggi secondari, ce ne sono tanti, ma fra tutti spicca il trio di giudici dell'edizione italiana di Tú sí que vales ed è... meraviglioso.

Bene così, forse uno dei migliori albi che la serie ha sfornato finora.

13 marzo 2017

Son of Zorn - season 01 - sub ITA

Ed ecco il pacchetto dell'intera prima stagione di Son of Zorn.
Ho rimesso mano a molte battute, a volte ho modificato il sincrono (purtroppo gli script di partenza erano sempre sballati) e corretto qualche refuso, sperando di averli beccati tutti.
Ma giusto per scrupolo personale, non per altro.

Infatti vi ricordo che su Fox Animation, per chi ha SKY, va in onda Son of Zorn doppiato in italiano e sicuramente con una traduzione professionale e preferibile alla mia che è amatoriale. Non ho ancora avuto modo di vedere la prima puntata completa, anche per farmi un'idea se il mio lavoro si avvicina o meno a quello professionale.


Detto questo, ho ricaricato i file di traduzione nella cartella dropbox e dopo ho aggiunto un comodo pacchetto per scaricarle tutte assieme: 


Invece sostituirle sui siti aggregatori di sottotitoli che ho usato, tipo Addic7ed e OpenSubtitles, è un po' più complicato e rognoso, quindi solo sul blog troverete le versioni definitive.

25 febbraio 2017

Son of Zorn arriva in Italia

Nemmeno a farlo apposta, scopro che la serie Son of Zorn, la cui prima (e per ora unica) stagione è stata tradotta amatorialmente dal sottoscritto, arriverà ufficialmente in Italia, con relativa localizzazione nella nostra lingua, sul canale FoxAnimation dal 9 marzo 2017. Però bisogna avere SKY, quindi...



All'interno del link ci sono due clip di anteprima.
La clip di presentazione ripropone i minuti iniziali della prima puntata e... sorrido nel vedere come è stata tradotta la prima frase di Zorn: il professionista è arrivato alla mia stessa conclusione e la scelta di traduzione coincide in toto. Non vedo l'ora di scoprire come verranno adattati tutti gli altri giochi di parole e capire se si poteva fare meglio o meno.
Detto questo, rilascerò il pacchetto di traduzioni tra qualche giorno per scrupolo personale, e vi invito caldamente, almeno per chi ha SKY, a godersi la serie con una traduzione professionale.

24 febbraio 2017

Son of Zorn s01e13 - All Hail, Son of Zorn - SEASON FINALE - sub ITA

Finale di stagione per Son of Zorn.
Non si sa se ce ne sarà una seconda o meno. Nel caso, sarà riportato qui sul blog.

Sottotitoli per la versione SVA, mi raccomando.



Questi sottotitoli li trovate su Opensubtitle: LINK
e anche su addic7ed: LINK



Fra qualche giorno rilascerò un pacchetto contenenti le traduzioni della prima stagione rivedute e corrette.
E credo anche un paio di post sulle sfide di traduzione incontrate e un mio parere sulla serie. 
A presto.

23 febbraio 2017

[Bonelli] Morgan Lost 17 - Jerome X

uscita 21/02/2017
Soggetto: Claudio Chiaverotti
Sceneggiatura: Claudio Chiaverotti
Disegni: Alessandro Pastrovicchio
Copertina: Fabrizio De Tommaso
Colori: Arancia Studio


Troppe domande attanagliano la mente di Morgan Lost: chi lo chiama fuori dalla finestra del trentesimo piano, nel cuore della notte? Chi ha brutalmente ucciso la bella nel tunnel dell'amore? Chi ha infranto l'orologio del tempo? Ma soprattutto… chi è Jerome X?
Diciassettesimo albo per Morgan Lost.
C'è un bambino, probabilmente affetto da una forma lieve di autismo, che ha un amico immaginario, più o meno come tutti i coetanei di questo mondo, che però gli parla e gli consiglia cosa fare. La famigliola sembra felice, la classica scenetta del focolare americano anni '50: madre casalinga e padre lavoratore, nella fattispecie orologiaio (elemento importante). Succede che d'improvviso, durante la cena, la moglie confessa in lacrime al marito di averlo tradito, quest'ultimo si allontana dal desco e torna in negozio per cercare di assimilare la notizia ed evitare di fare pazzie.
Nel frattempo, un individuo non meglio identificato libera delle creature dallo zoo, tra cui un gorilla, una tigre e un dinosauro volante preistorico, scatenando panico e morte in città, ma tutto si risolve grazie all'intervento dei corpi speciali. Morgan Lost, per l'appunto e per puro caso, si scontra proprio con la tigre, uccidendola per evitare il peggio. Morgan è sovrappensiero, tra lui e una donna è scattata una passione improvvisa e ciò gli rende la mente assorta fra mille dubbi e ripensamenti.
SPOILER: un po' anche riprendendo quanto visto nella serie tv WestWorld, interessante è il parallelismo fra le due storie narrate che all'apparenza sembrano avvenire nello stesso momento. E invece no, avvengono a distanza di anni. E quindi, colpo di scena, il bambino della prima storia non è altri che l'assassino del mese che ha liberato le bestie dallo zoo. Un individuo fortemente scosso, per altro, dall'aver assistito al suicidio della madre prima e alla morte del padre per infarto dopo pochi mesi, e che quindi da adulto diventa uno squilibrato pericoloso.

Purtroppo, però, Morgan Lost (serie) ricade su un aspetto che mi ha sempre lasciato interdetto, ossia spiegare per filo e per segno cosa è accaduto, come se io non potessi arrivarci autonomamente, come se avvenimenti del genere non facessero parte del tessuto della cronaca quotidiana. C'è tutta una sequenza che si svolge fra la profiler Pandora e il nostro Morgan che è praticamente uno spiegone duro e puro. Si cerca di aggiustare il tono aggiungendo alla spiegazione razionale una non razionale, direi quasi romantica e forse più facile da digerire. Tuttavia l'albo è piacevole, scorre un po' a singhiozzo, ma la quadratura del cerchio avviene tutta nel finale e riallaccia tutti i frammenti sparsi nelle pagine precedenti.

Ai disegni, con sorpresa e piacere, ritrovo un nome a me molto familiare, cioè quello di Alessandro Pastrovicchio, già apprezzato alle chine di PK, in coppia col fratello Lorenzo ai disegni. Infatti, l'ora disegnatore Alessandro non lesina qualche incursione del suo stile disneyano nei disegnini appesi al muro e sparsi in questo albo. Oltretutto, mi accorgo solo ora, ha anche disegnato gli albi 4 e 22 di Saguaro, altra serie Bonelli che ho apprezzato moltissimo.
Copertina ottima come sempre, anche se non capisco bene la presenza di quel mostro blu che attacca Morgan, nell'albo non c'è.

Nota positiva per l'accenno marcato di una trama orizzontale, anzi... meglio dire di una continuità più serrata, come da me più volte desiderato e auspicato. Anche nell'editoriale a inizio numero si fa riferimento a tale continuità che, a quanto pare, cambierà il mondo di Morgan Lost (personaggio e serie). Bene così.


14 febbraio 2017

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...